Diretta Facebook – Presentazione libro “Tutto questo mare tra di noi” di Beatrice Tauro

Giovedì 9 aprile alle ore 17.30 incontro in diretta sulla pagina Facebook della Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo con la scrittrice Beatrice Tauro, che ci presenterà il suo ultimo libro “Tutto questo mare tra di noi”, Edizioni Cinquemarzo.

Raffaella è una giovane insegnante romana la cui vita sembra scorrere tranquilla all’interno di una relazione sentimentale apparentemente consolidata, fino al mattino in cui Lorenzo le annuncia che andrà via di casa perché è innamorato di un’altra donna. Sull’onda emotiva dell’abbandono decide di dare un taglio netto alla sua vita, trasferirsi in Sicilia, la terra di origine della sua famiglia, e provare da lì a ricominciare da capo. L’arrivo sull’isola la porterà a ripercorrere sulle strade della memoria i momenti di gioia delle sue vacanze di bambina a casa dei nonni, ma anche la tragedia più grande della sua vita, la perdita improvvisa di entrambi i genitori, vittime di un incidente stradale. Ma il destino è in agguato dietro una duna sulla spiaggia deserta, in un tardo pomeriggio, quando Raffaella raccoglie una povera ragazza, vittima di un naufragio e approdata miracolosamente a riva, in evidente stato di gravidanza. Amina arriva da un piccolo villaggio rurale del sud dell’Egitto e scappa da una situazione familiare in cui il padre padrone avrebbe voluto gestirle l’esistenza, obbligandola a sposare un uomo molto più anziano di lei, come già aveva fatto per sua sorella Leyla.
Amina, in una serie di flashback, racconta la sua esistenza, le innumerevoli sofferenze cui viene sottoposta nel corso della sua giovane vita. Tutti soprusi ai quali non intende sottostare e che la porteranno a fuggire dal suo paese e intraprendere il viaggio verso l’Europa. Quel disperato viaggio della speranza che tanti uomini, donne e bambini accomuna sulle rotte del Mediterraneo.
L’intenso rapporto di amicizia che si instaura fra le due donne, diverse per cultura e provenienza, ma simili per sensibilità, forza e determinazione, diventa la metafora di una società accogliente, dove chi arriva trova un porto sicuro fatto di braccia e cuori aperti all’ascolto, alla condivisione, all’aiuto. Ma è altresì rappresentazione di una società dove purtroppo, troppo spesso, l’altro lato della medaglia mostra come l’accoglienza si scontri con una cieca burocrazia, che rimette tutto in discussione e depista percorsi di integrazione faticosamente conquistati.
Una storia dove il tema dell’immigrazione si intreccia con quello del volontariato, dove per una Amina che arriva c’è una Raffaella che se ne prende cura. Una trama di vissuti, sentimenti, emozioni che diventano il quadro di una resilienza di fronte alla vita, alle sue ombre e alle sue luci, alle speranze e alle più profonde delusioni.

L’AUTRICE:
Beatrice Tauro è nata e cresciuta in un borgo nel cuore dell’Abruzzo, a diciannove anni si trasferisce a Roma per frequentare l’università e qui si stabilisce per amore e lavoro. Appassionata di viaggi, lettura e scrittura, predilige la narrativa contemporanea e il confronto interculturale.
Particolarmente appassionata di letteratura femminile, anche di culture e paesi diversi e distanti. Da ottobre 2015 cura il blog “Con altre parole” sul sito di Arabpress dove racconta il mondo arabo e islamico attraverso le parole degli scrittori occidentali. Dal 2017 ha iniziato una collaborazione con la rivista online “Oubliette Magazine” dove pubblica recensioni di libri di autrici appartenenti all’area mediorientale e africana.
A novembre 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo “Madri a rendere” (Edizioni Cinquemarzo).
Da alcuni anni svolge attività di volontariato presso il Centro Astalli di Roma dove insegna italiano alle donne rifugiate.

Modererà l’incontro Claudia Bonadonna – giornalista di Rai Cultura.

COVID19. Non dimentichiamo il Selam e le altre occupazioni

Riportiamo l’articolo di Paola Springhetti pubblicato su Reti Solidali

Roma. Mentre scrivo questo articolo, Donatella D’Angelo è davanti al Selam, dove ha portato mascherine e candeggina. Sta incontrando il Comitato dei residenti, per capire cosa si può fare di fronte all’emergenza. Se il contagio entrasse qui, nessuno sa che cosa potrebbe succedere.

Il Selam è un grande palazzo (ne avevamo parlato qui) che, nella periferia romana, ospita un migliaio di persone, per lo più provenienti dal Corno d’Africa e titolari di protezione internazionale. Lì l’associazione Cittadini del Mondo, di cui la dottoressa D’Angelo è presidente, è una presenza costante dal 2006: un vero punto di riferimento su cui gli abitanti del Selam sanno di poter contare.

«Fino all’inizio di marzo eravamo al Selam tutti i giovedì, con un gruppo di 7 -8 persone. Il nostro lavoro ha un versante sociale (gli assistenti sociali li aiutano per i documenti e altri problemi) e uno medico. L’ultima volta, però, siamo andati solamente io e un altro medico. Ci siamo resi conto che la maggior parte di loro non aveva alcuna idea della necessità di adottare misure di prevenzione, di portare le mascherine, stare lontani, non toccarsi… », racconta D’Angelo.

Informare e sensibilizzare

Il problema è che la maggior parte degli abitanti del Selam non conosce l’italiano. Sono i cosiddetti dublinanti: titolari di protezione internazionale che volevano andare in altri Paesi Europei, ma poi sono stati rimandati indietro, in Italia, a causa del regolamento di Dublino. Parlano magari altre lingue europee, ma sono fuori dai percorsi di accoglienza e di integrazione. «Vista la situazione, abbiamo capito che dovevamo informare e sensibilizzare. Ho scritto delle informazioni per loro, le abbiamo tradotte in varie lingue (somalo, tigrigno, amarigno, arabo e inglese) e le abbiamo stampate, ma anche registrate. Ci siamo procurati un megafono – e neanche questo è semplice, in questo momento – e siamo andati lì sotto, due volte al giorno, per trasmettere le istruzioni, per spiegare e, ovviamente, per raccogliere le richieste di chi usciva dal palazzo per parlarci. Ma è difficile dare regole, se poi chi sta lì dentro, in una non facile situazione di convivenza forzata, non ha mascherine, né guanti, né altro». Al Selam, infatti, si vive in in spazi ristretti: intere famiglie in una stanza, con un bagno condiviso con 20 persone. «Posso solo sperare che non entri niente», auspica D’Angelo.

C’è tanto da fare al Selam

Il rapporto di Cittadini del Mondo con i migranti del Selam passa anche attraverso altri canali: lo sportello aperto due volte in settimana nella sede dell’associazione, per esempio, le attività della biblioteca e il fatto che alcuni hanno la dottoressa D’Angelo come medico di base. «Per questi, ad esempio, abbiamo attivato una convenzione con la protezione civile, grazie alla quale possono ricevere i farmaci a domicilio: io mando le ricette on line e loro la portano».

Ma ci sono altri problemi: «ad esempio quello dei bambini che non vanno più a scuola. Mi hanno contattato alcune maestre, perché non sono raggiungibili con la didattica a distanza e qualcuno rischia di perdere l’anno. Cosa stanno facendo questi bambini? Chi incontrano, con chi giocano, visto che non vedono più i loro compagni di classe?».

Si continua quindi navigando a vista, cercando mascherine e disinfettanti, mentre «con il comitato stiamo cercando di organizzare una qualche forma di pulizia delle scale: nove piani affollati. Se noi non riusciamo a tenere i nostri bambini nelle nostre case, con la play station e la cameretta per loro, come possono loro stare in quattro o cinque sempre chiusi in una sola stanza? Sicuramente usciranno, scenderanno nella sala comune…».

L’assenza dell’Amministrazione

Il problema, però è non pensare solo all’emergenza. «Qui il problema è radicale», afferma decisa la presidente di Cittadini del Mondo: «questa situazione è il prodotto di anni di politica improvvisata e miope. Finché non si farà un piano di integrazione per le persone che arrivano, per renderle indipendenti, si perpetuerà questa situazione. Se li fai uscire dai centri di accoglienza senza esserti accertato che conoscono la lingua, hanno un lavoro, hanno una casa, è inutile parlare: Selam resta una soluzione. Indegna, ma una soluzione: meglio della strada».

E nei confronti di Amministrazione e istituzioni regna il disincanto: «non abbiamo aspettative da parte dell’Amministrazione, anche se l’assessora del VII Municipio Cristina Leo non solo ci ha aiutato a stampare i volantini con le istruzioni in somalo, ma ci ha aiutato a far portare via i rifiuti che si erano accumulati. A parte questo, noi non possiamo aspettare: io sono medico e la Asl non ci ha dato neanche una mascherina. Cosa dovrei aspettarmi? Meglio lavorare e denunciare».

E a questo punto viene spontanea una domanda: ha paura di contagiarsi? «Tantissima, come tutti i medici. Ma cosa devo fare?»

Per aiutare

In relazione all’emergenza sanitaria, l’associazione Cittadini del Mondo ha bisogno di: mascherine, guanti monouso, alcool etilico denaturato, candeggina, panni per pulire, coperte, lenzuola, asciugamani, t-shirt bianche, tute, calzini, scarpe,biancheria intima.

Per informazioni è possibile chiamare o inviare un messaggio whatsapp al numero 389-9112893, oppure inviare una email a info@associazionecittadinidelmondo.it.

Proroga validità dei permessi di soggiorno

[IT] Validità permessi di soggiorno
Tutti i permessi di soggiorno con una data di scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 rimangono validi fino al 15 giugno 2020. (Art. 103, comma 2 Dl Cura Italia).

[EN] Validity of residence permits
All residence permits with an expiration date between 31 January 2020 and 15 April 2020 remain valid until June 15, 2020. (Art. 103, paragraph 2 of the Cura Italia).

[ES] ¡Atención! Validez de los permisos de residencia.
Todos los permisos de residencia con una fecha de caducidad dentro del 31 de enero 2020 y el 15 de abril 2020, seguirán siendo validos hasta el 15 DE JUNIO DE 2020. 15 de junio de 2020. (Art. 103, párrafo 2 de la Cura Italia)

[RU] Срок действия вида на жительство
Все виды на жительство с датой истечения срока действия с 31 января 2020 года по 15 апреля 2020 года остаются в силе до 15 июня 2020 г., (Статья 103, пункт 2 Cura Italia).

[BN] আবাসনের অনুমতিগুলির বৈধতা
৩১ জানুয়ারী ২০২০ হতে ১৫ এপ্রিল ২০২০ তারিখের মধ্যে যেসকল পের্মেস্স দি সজ্জর্ন মেয়াদোত্তীর্ণ হবে, সেসকল পের্মেস্স দি সজ্জর্ন আগামী ১৫ জুন ২০২০ তারিখ পর্যন্ত বৈধ থাকবে (কুরা ইতালিয়া, ধারা ১০৩,অনুচ্ছেদ ২) 15 জুন, 2020। (আর্ট। 103, কুরা ইতালিয়ার অনুচ্ছেদ 2).

[SO] Saxnimada ogolaanshaha deganaanshaha
Dhammaan rukhsadaha degenaanshuhu oo leh taariikhda uu dhacayo inta u dhaxaysa 31 Janaayo 2020 iyo 15 Abriil 2020 ayaa shaqeynaya illaa Juun 15, 2020. (Art. 103, sadarka 2aad ee Cura Italia).

[AM] የመኖሪያ ፈቃዶች ትክክለኛነት
ከ 31 ጃንዋሪ 2020 እስከ 15 ኤፕሪል 2020 ባለው የጊዜ ማብቂያ ላይ ሁሉም የመኖሪያ ፈቃዶች እስከሚቆዩ ድረስ ይቆያሉ ሰኔ 15 ቀን 2020 ሁን. (አርት. 103 አንቀጽ 2 ከኩራ ኢሊያሊያ).

رشمهيهفط حثقةثسسه يه سخللهخقىخ

فعففه ه حثقةثسسه يه سخللهخقىخ ؤخى عىش يشفش يه سؤشيثىئش ؤخةحقثسش فقش هم 31 لثىىشهخ 2020 ث هم 15 شحقهمث 2020 قهةشىلخىخ رشمهيه بهىخ شم 15 لهعلىخ 2020ز *شقفز 103و ؤخةةش 2 يم ؤعقش هفشمهش)ز

Covid-19 brochure informative

Pubblichiamo le brochure informative sul virus COVID-19 realizzate dall’OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni:

Le brochure tradotte nelle altre lingue non presenti in questo elenco, si possono scaricare da questo link: https://italy.iom.int/it/covid-19-brochure-informative

 

Noi andiamo a scuola?!

Iris è una donna di 28 anni proveniente dalla Romania. Lavora in nero come addetta alle pulizie. Giunge in Italia nel 2016 e negli ultimi mesi la raggiungono le sue due figlie: Margherita di 8 anni e Primula di 10. La famiglia abita nel territorio del VII Municipio.
A febbraio Iris si presenta al nostro sportello sociale accompagnata da una ex preside in pensione, per avere una mano a iscrivere le due bambine alla scuola primaria.
Inizia così, per le operatrici sociali, la ricerca di scuole disponibili ad accoglierle. Le operatrici sanno che non sarà una ricerca facile. Infatti, l’inserimento di due bambine straniere ad anno scolastico in corso, spaventa gli istituti poiché l’accoglienza in classe di una alunna che non conosce la lingua italiana comporta grande impegno sia per la bambina che per le insegnanti.

Iris ci racconta di essersi rivolta a gennaio a un Istituto Comprensivo vicino casa che aveva accettato di iscrivere entrambe le bambine in prima elementare a partire da settembre 2020. In base al numero di iscrizioni effettuate nel mese di gennaio la scuola riceve per l’anno scolastico successivo più o meno risorse per le nuove classi che si creeranno. Contattiamo la scuola e facciamo presente che le bambine sono grandi per la prima elementare e che dovrebbero iniziare a frequentare da subito nelle classi corrispondenti alla loro età e non attendere fino a settembre. La scuola giustifica la propria condotta con il fatto che la madre non aveva presentato alcun documento che certificasse il percorso scolastico pregresso svolto dalle due minori. Il Testo unico sull’immigrazione (D.lgs. 286/1998 art. 38) stabilisce che i minori stranieri presenti sul territorio nazionale sono soggetti all’obbligo scolastico e che a essi si applicano tutte le disposizioni vigenti in materia di diritto all’istruzione, di accesso ai servizi educativi e di partecipazione alla vita della comunità scolastica. In base al Regolamento sull’immigrazione (DPR 394/1999: art. 45), i minori stranieri hanno diritto all’istruzione – indipendentemente dalla regolarità della propria posizione – nelle forme e nei modi previsti per i cittadini italiani. L’iscrizione può essere richiesta in qualunque periodo dell’anno scolastico. Per quanto concerne l’inserimento, lo stesso Regolamento (art. 45) prevede che i minori siano iscritti alla classe corrispondente all’età anagrafica, salvo che il collegio dei docenti deliberi l’iscrizione ad una classe diversa, tenendo conto dell’ordinamento degli studi del Paese di provenienza, del corso di studi seguito, del livello di preparazione raggiunto. Sempre il collegio dei docenti definisce il necessario adattamento dei programmi di insegnamento. Allo scopo, possono essere adottati specifici interventi individualizzati o per gruppi di alunni per facilitare l’apprendimento della lingua italiana. Il consolidamento della conoscenza della lingua italiana può essere realizzato anche mediante l’attivazione di corsi intensivi sulla base di specifici progetti.

Alla fine la scuola contattata dichiara di non avere posti disponibili per inserire Margherita e Primula nelle classi dell’anno in corso; riprende così la ricerca.
Bisogna considerare il fatto che contattare gli istituti significa inevitabilmente per le operatrici impiegare molto tempo al telefono per ottenere notizie e chiarimenti dalle segreterie, le quali a loro volta tardano a far pervenire le loro risposte. Nel corso delle 3 settimane successive arrivano solo rifiuti, finché un istituto ci comunica che ha posto per la bambina più piccola. Avvertiamo Iris che il giorno dopo si reca alla segreteria per completare l’iscrizione mentre continuano le ricerche per inserire la bambina più grande.
In quei giorni ci arriva una comunicazione dalla Rete Scuolemigranti (rete che riunisce 93 Associazioni, inclusa la nostra, gestisce 120 scuole di italiano e agevola l’integrazione dei nuovi cittadini nel quartiere e nella comunità) nella quale viene fatto presente come alla Rete siano arrivate diverse segnalazioni da parte di associazioni e/o singoli cittadini che riportano criticità nell’inserimento di alunni stranieri neo-arrivati nelle scuole di Roma. La rete ha costituito un gruppo tecnico per mettere a punto un sistema di gestione congiunta tra Municipio-scuole-volontariato per affrontare il problema. Il fenomeno, che grazie soprattutto alla Rete è stato portato alla luce e denunciato, rappresenta un danno grave del diritto allo studio e mette in evidenza i deficit del sistema d’istruzione nel territorio metropolitano di Roma, soprattutto perché l’afflusso di ricongiungimenti di minori in età scolare è un evento prevedibile che può e deve essere affrontato in modo coordinato e sistematico.
Per fronteggiare il fenomeno, la Rete invita tutte le associazioni che si occupano di iscrizioni scolastiche di alunni stranieri, a contattare l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio che è a conoscenza della capienza di tutte le scuole di Roma, in modo da agevolare la ricerca di scuole disponibili ad accogliere alunni in corso d’anno. Inoltriamo dunque la richiesta al suddetto ufficio, ma la risposta purtroppo è insufficiente e non ci aiuta nella soluzione del problema.

Il 4 marzo arriva la comunicazione della chiusura delle scuole nel Lazio a causa dell’emergenza COVID-19, la situazione si complica ulteriormente. Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto nessuna risposta dagli istituti contattati e Primula continua a non accedere al servizio scolastico.
Intanto Iris deve anche occuparsi di effettuare l’iscrizione anagrafica che le consentirebbe di accedere ai servizi di welfare locali, tra i quali il servizio sociale e l’accesso al Servizio Sanitario. Purtroppo Iris non ha un contratto di affitto regolare né il permesso di richiedere la residenza da parte del proprietario dell’appartamento dove vive con la famiglia.
Iris potrebbe far richiesta della residenza fittizia, ma la legge specifica che i cittadini comunitari possono ottenerla solo se soddisfano alcuni requisiti, tra i quali: disporre di un contratto di lavoro o essere in possesso di risorse economiche sufficienti per sé e per i propri familiari – circa 10mila euro – ed essere titolare di un’assicurazione sanitaria. Iris non possiede nessuno di questi requisiti e dunque non può accedervi. Siamo però in contatto con un piccolo gruppo di volontari che gestisce una scuola di italiano per stranieri nel territorio del Municipio VII, gli stessi che hanno indirizzato Iris al nostro sportello. Parlando con loro scopriamo che c’è la possibilità di fare a Iris un contratto di lavoro come domestica per qualche ora a settimana.

La giovane madre quindi torna al nostro sportello insieme al suo futuro datore di lavoro e insieme, attraverso il sito dell’INPS, registriamo il nuovo contratto, con il quale potrà recarsi al Segretariato Sociale del VII Municipio e iniziare le procedure per l’ottenimento della residenza fittizia, la regolarizzazione e l’accesso ai servizi sociosanitari per sé e per le bambine.
Con l’attuazione del DPCM del 9 marzo 2020 contro il COVID-19, che ha adottato ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale, si sono bloccate le procedure per la richiesta d’iscrizione anagrafica. Inoltre, la situazione lavorativa, senza contratto, dovrà necessariamente essere sospesa. Di conseguenza, Iris, così come molte persone nella sua stessa situazione, finirà per trovarsi isolata, in quarantena, in forte difficoltà economica e priva dell’accesso ai servizi essenziali, in primo luogo quello sanitario.
L’emergenza del Coronavirus, aggrava la precarietà e le difficili condizioni di vita in cui molte persone, soprattutto stranieri, sono già costretti a vivere in situazioni ordinarie.
Ma Iris non si arrende e noi neppure.

La Scuola di Italiano non si ferma. Le lezioni proseguono su Skype

In questi giorni di chiusura forzata, causata dalle misure di contenimento del virus COVID-19, le lezioni della scuola di italiano di Cittadini del Mondo stanno continuando su Skype e WhatsApp, così gli studenti possono continuare a praticare la lingua.

Inoltre è nato il gruppo Facebook della scuola di italiano, dove gli insegnanti condivideranno video, link per approfondire ulteriormente la conoscenza della lingua italiana. Per iscriversi basta cliccare qui: https://www.facebook.com/groups/scuolaitalianocittadinidelmondo/

Torneremo presto!

Covid-19, l’impatto sui diritti delle cittadine e cittadini stranieri e le misure di tutela necessarie

“Nei periodi di crisi, gli effetti delle disuguaglianze formali e sostanziali diventano ancor più evidenti. Le note che seguono forniscono una prima panoramica sui diritti dei cittadini stranieri messi a rischio dall’emergenza COVID-19.”

Così inizia il Documento sottoscritto da decine di associazioni per spezzare il silenzio ed evidenziare le criticità che, in questa drammatica situazione di emergenza da COVID-19, caratterizzano la condizione delle persone straniere ed in particolare dei/delle richiedenti asilo, delle persone senza fissa dimora e dei lavoratori e delle lavoratrici ammassati negli insediamenti informali rurali.

Persone che ad oggi sono prive di effettiva tutela, nella maggioranza dei casi anche degli strumenti minimi di contenimento (mascherine e guanti – acqua, servizi igienici), ed oggettivamente impossibilitate a rispettare le misure previste dal legislatore, vivendo in luoghi che di per sé costituiscono assembramenti.

Il documento non si limita ad enucleare dette criticità ma propone e chiede al legislatore soluzioni concrete ed immediate, che consentano di garantire a tutte le persone le medesime tutele previste dai provvedimenti per contenere il contagio da coronavirus.

Con specifico riguardo ai Centri straordinari di accoglienza (che dalla riforma del cd. decreto sicurezza n. 118/2018 sono diventati grandi contenitori di persone, con significativa riduzione dei servizi, compresi quelli sanitari), le Associazioni firmatarie chiedono che vengano chiusi, riorganizzando il sistema secondo il modello della cd. accoglienza diffusa in piccoli appartamenti e distribuiti nei territori, essendo impossibile nei contesti attuali il rispetto delle misure legali vigenti, a partire dalla distanza tra le persone e al divieto di assembramenti.

Il Documento chiede, altresì, che venga consentito l’accesso al SIPROIMI anche per coloro che ne sono stati esclusi dal decreto sicurezza (titolari di permesso umanitario, richiedenti asilo) e che le persone senza fissa dimora o che vivono negli insediamenti informali rurali (cioè che lavorano per l’agricoltura per fornire i prodotti per la vita quotidiana) siano accolte in strutture adeguate, con dotazione di acqua e servizi igienici, oggi assenti in questi ultimi.

Analoghe richieste chiediamo per i CPR e gli Hot-Spot, evidenziando, quanto ai primi, la necessità di impedire nuovi ingressi e per le persone già trattenute di disporre le misure alternative al trattenimento, stante l’impossibilità attuale di eseguire ogni rimpatrio nei Paesi di origine.

Il documento non si dimentica neppure della situazione in cui versano le persone migranti che anche in questo periodo possono arrivare in Italia, per cercare di sottrarsi a morte e torture nei campi in Libia o in fuga da situazioni di grave pericolo. Rispetto a costoro chiediamo che vengano predisposte misure che consentano la rapida indicazione di un porto sicuro per lo sbarco e la predisposizioni di protocolli atti ad evitare la diffusione della pandemia in corso.

Il Documento non dimentica nemmeno di esortare il legislatore a non ignorare le riforme che da tempo sono urgenti per le persone straniere e per la democrazia tutta, dalla cittadinanza, all’abrogazione dei cd. decreti sicurezza, alla sempre più urgente regolarizzazione.

L’insieme di queste richieste, che ci auguriamo il legislatore e tutte le competenti autorità prendano immediatamente in considerazione, non rispondono solo ad una imprescindibile necessità di trattamento uguale per tutte le persone, “senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (art. 3 Costituzione), ma ad una necessità per la salvaguardia dell’intera salute pubblica.


IL DOCUMENTO

EMERGENZA COVID-19. L’IMPATTO SUI DIRITTI DELLE/DEI CITTADINE/I STRANIERE/I E LE MISURE DI TUTELA NECESSARIE: UNA PRIMA RICOGNIZIONE


Adesioni delle associazioni

ASGI

ActionAID

NAGA

Intersos

Mediterranea Saving Humans

Gruppo Abele

Libera

Focsiv

Magistratura Democratica

Legambiente

Avvocato di strada onlus

Progetto Melting Pot Europa

Emergency

SOS MEDITERRANEE Italia

Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM)

DiRe – Donne in rete contro la violenza

Borderline Sicilia

Borderline Europe

Gruppo Lavoro Rifugiati Onlus

Associazione Cittadini del Mondo

Legal Team Italia

Clinica Legale per i Diritti Umani dell’Università di Palermo (CLEDU)

Refugees Welcome Italia

Clinica legale Immigrazione UniromaTre

Giuristi Democratici

AOI

Associazione Babele

Terra!

Campagna Lasciatecientrare

ARCI

Alterego – Fabbrica dei Diritti

Anolf Venezia

APS Meticcia

ARCI L’AQUILA APS

Associazione CDG- Centro Donna Giustizia di Ferrara

Associazione Coro Voci dal Mondo – MESTRE

Associazione Di Casa

Associazione ESODO

Associazione Mantova Solidale

Associazione Nuovi Ponti

Associazione Perilmondo Onlus

Be free cooperativa contro tratta violenze e discriminazioni

C.I.S.M. Spinea OdV

Camera a sud Aps

Campagna welcome Taranto

Casa di Amadou

Centro per lo sviluppo creativo Danilo Dolci

CESIE

CIAC Parma

Cisl Venezia

Cobas Palermo

Comunità Oasi2

Consorzio S.I. Sviluppo e Innovazione scs

Consorzio Veneto Insieme

Cooperativa Sociale Il Sestante

Dedalus

Di.Fro – Diritti di frontiera

Esc Inforights

Fondazione di partecipazione E’ stato il Vento – Riace

Fondazione Pangea

Forum Antirazzista Palermo

GEA cooperativa sociale

Giraffa Onlus

Immigrati Cittadini

Karibu Onlus -CasaKaribu

La Kasbah

La Strada Giusta

Laboratorio 53 Onlus

LGBT+diritti RENZO E LUCIO A.P.S. Lecco

Lo Straniero APS

Lunaria

Mai più Lager-no ai CPR

Medici contro la tortura

Mochila – spazio itinerante

Ohana Associazione di volontariato

On the road

PAX CHRISTI ITALIA

Pensare Migrante

Presidio Libera Bari

Progetto Accoglienza di Borgo San Lorenzo

Rete DASI

Sanità di Frontiera

SOLIDARIA Bari

Solidaunia

SOS Rosarno

Sportello FuoriMercato di Villa Roth

Il Grande Colibrì – Essere LGBT nel mondo

Cooperativa Sociale Diapason

Forum per cambiare l’ordine delle cose

Fondazione Migrantes

Associazione radicale Certi Diritti

Ex Canapificio

Ambasciata dei diritti Marche

Progetto 20K

Circolo Arci Svegliarci palagiano

Adesioni personali

Alba Aceto
Alhassane DiaKite
Andreini Luigi
Angela Surico
Sonia Fallico
Bava Donatella
Bitonti Angela Maria
Brizio Roberto
Bucci Immacolata
Cantisani Gianluca
Carnevale Luciana
Chiara Nicolai
Claudia Simonetti
Clementi Chiara
Contegiacomo Caterina
Conteh Modou
Corio Grazia Maria
De Nicola Armando Maria
Del Vecchio
Delle Vergini Giuseppe
Di Molfetta Giulia
Don Angelo Cassano
Ferruzza Fausta
gennaro avallone
Gianluca Vitale
Giuseppe Tiano
Godio Giovanni
Grassi Irene
Guarascio Antonio
individuale
Maione Lorenza
Manola Russo
Martinelli Marco
Marzocchi immacolata
Menin Ilaria
Molfetta Mariacrisrina
Monge Torres Marianela
Pannarale Annalisa
Panunzio Valentina
Pratesi Isabella
Russo Rosa
Santangelo Thomas Vladimir
Schingaro Nicola
stefano Giovannelli
Valeria Capezio


Per aderire

Istruzioni coronavirus in lingua bengalese

মনোযোগ দিন !! এই বার্তাটি কর্নোভাইরাসকে নতুন রোগের উপর গুরুত্বপূর্ণ তথ্যটি অন্তর্ভুক্ত করে।
নতুন কর্নোভাইরাস মায়াবী এবং ধনী ব্যক্তিদের মধ্যে কম, সংকোচনের কারণ হতে পারে। প্রভাবগুলি ভুল বা গুরুতর হতে পারে। কেবলমাত্র কয়েকটি ঘটনা এটি মৃত্যুর কারণ হতে পারে, বিশেষত জনগণের অসুস্থতায় বিশেষত যক্ষ্মার সাথে যেমন ফুটে উঠেছে। করোনিরভাইরাস এক ব্যক্তির কাছ থেকে সালিভা ও ব্রেথের আরও একদিকে ফেলা হয়। আমরা করণোভাইরাস পাস করতে পারি যখন আমরা স্পর্শ করি, একজন ব্যক্তি স্পর্শ করি বা আমরা কারও কাছে খুব কাছাকাছি থাকি। করোনারভাইরাস এর প্রভাবগুলি 2 থেকে 14 দিনের মধ্যে আবিষ্কারের পরে পৌঁছায়।
ভাইরাস গ্রহণ এবং প্রসারিত না করা এখানে কিছু গুরুত্বপূর্ণ বিধি রয়েছে:

  • আপনার দেহের তাপমাত্রা মাপার জন্য থার্মোমিটারটি কিনুন বা পান। যদি আপনার তাপমাত্রা বেশি দিনগুলির জন্য 38.5 এর চেয়ে বেশি হয়ে থাকে এবং আপনি যদি ভাল বাচ্চা নিচ্ছেন না এবং যদি আপনার মুখোমুখি হয় না, তবে আপনার ডাক্তারকে কল করুন বা বিনামূল্যে নম্বর 112 বা 1500 দিন।
  • বিষাক্ত এবং এলব্লু বা একটি হ্যান্ডকার্চিতে হাঁচি এবং তাত্ক্ষণিকভাবে হ্যান্ডকার্চিয়া ফেলে দেয়। আপনার হাত দিয়ে জল ধুয়ে ফেলুন এবং অবিলম্বে এক মিনিটের জন্য সোপ করুন।
  • আপনার কাপড় আপনার নথ নিচে না।
  • মানুষের মুখে হাঁচি বা শ্বাস ফেলবেন না
  • অন্যদিকে বা গ্রাউন্ডে থুথু ফেলবেন না।
  • জলের সাথে আপনার হাত ধুয়ে ফেলুন এবং আপনার মউথ, নাক বা চোখগুলি স্পর্শ করার আগে সাপ দিন।
  • আপনার হাত জল দিয়ে এবং ধুয়ে নিন এবং প্রতিটি সময় আপনি ঘরে আসুন।
  • আপনি যখন শাওয়ার বা বারের জন্য বাথ্রুমের জন্য সারি করেন তখনই সর্বদা অন্য লোকের কাছ থেকে বিপর্যয়ের এক মিটার থাকুন।
  • বাড়িতে থাকুন এবং একটি ছোট সরান।
  • আপনি কেবলমাত্র কাজ এবং স্বাস্থ্যগত কারণ বা অভিবাসীদের পক্ষে যেতে পারেন!
  • বিদ্যালয়গুলি সমস্ত ক্লোজড, তবে তারা ইন্টারনেটে পাঠ্য পাঠ করে: আপনি ফোনটিতে বা কম্পিউটারে পাঠ্য পাঠ করতে পারেন, তথ্যের জন্য স্কুলটি কল করুন।
  • অন্য ব্যক্তির একই গ্লাস বা বোতল থেকে পান করবেন না এবং আপনি নিজের মাথায় যে একই কটলারি রেখেছেন তা ভাগ করবেন না।
  • যদি আপনি মুখোমুখি না করেন তবে আপনি পুরো দিন বা অন্য যে কোনও কিছু দিয়ে আপনার মথটি সংগ্রহ করতে পারবেন না এবং ননও।
  • অ্যালকোহল ভিত্তিক বৈষম্যগুলির সাথে পরিষ্কার সুরক্ষাগুলি
  • খ্রিস্ট, মন্দা এবং উপাসনার জায়গাগুলিতে কোনও শর্ত নেই। আপনি পাবলিক প্লেসে একাধিক লোকের সাথে অংশ নিতে এবং সাক্ষাত করতে পারবেন না।
  • ফর্ম্যাসগুলি এবং স্টোরগুলি যেগুলি খাদ্য বিক্রি হয় সমস্ত পণ্য খোলা থাকে এবং থাকে, তবে কয়েক জন লোক এক সময়ে প্রবেশ করতে পারে।
    বিধিগুলি সহজেই অনুসরণ করে এবং রোগ ছড়িয়ে দেওয়ার জন্য সার্ভিস দেয় না! আপনার এবং যারা আপনার কাছাকাছি রয়েছেন তাদের জন্য তাদের সম্মান করুন!
    যে কোনও সহায়তা বা প্রয়োজনের জন্য, ওয়ার্ল্ড অ্যাসোসিয়েশনের নাগরিকদের নম্বরের সাথে 10.00 থেকে 16.00 পর্যন্ত যোগাযোগ করুন D’Angelo-ডি অ্যাঞ্জেলো: 3346085405 – 3899112893

Abbiamo bisogno di aiuto per Palazzo Selam

Palazzo Selam, dove vivono circa 800 persone provenienti dal Corno D’Africa (Somalia, Eritrea, Etiopia e Sudan), è la più grande occupazione abitativa romana di titolari di protezione internazionale.

Le condizioni igieniche e di sicurezza sono estremamente precarie. Il palazzo è dotato di allacci di fortuna per acqua ed elettricità e il numero sempre crescente di occupanti ha aggravato il degrado abitativo. Famiglie, spesso numerose, vivono in micro-appartamenti privi di bagni e finestre.

La mancanza di aerazione, il sovraffollamento, l’assenza di mezzi di riscaldamento e raffreddamento, rendono gli ambienti insalubri trasformandoli in potenti alleati per la diffusione del Covid-19.

Per prevenire la possibile trasmissione del virus, Cittadini del Mondo, quotidianamente si reca davanti al Palazzo ad informare gli abitanti su quali siano i comportamenti corretti da seguire per evitare il contagio, attraverso materiale informativo tradotto in inglese, somalo, tigrino, amarico e arabo.

In relazione a tale emergenza sanitaria, l’Associazione Cittadini del Mondo ha bisogno di:

  • mascherine;
  • guanti;
  • alcool etilico denaturato;
  • candeggina;
  • panni per pulire;
  • coperte;
  • lenzuola;
  • asciugamani;
  • t-shirt bianche;
  • tute;
  • calzini;
  • scarpe;
  • biancheria intima.

Per informazioni è possibile chiamare o inviare un messaggio whatsapp al numero 3899112893, oppure inviare una email a info@associazionecittadinidelmondo.it.

In alternativa si può fare una donazione tramite bonifico bancario intestato a:
Associazione Cittadini del Mondo
Banca Intesa San Paolo
IBAN: IT08L0306909606100000065591

Istruzioni coronavirus per gli abitanti di Palazzo Selam

Italiano

Attenzione!
Questo messaggio contiene importanti informazioni sulla nuova malattia dovuta al coronavirus.

Il nuovo coronavirus può̀ provocare febbre, tosse, difficoltà a respirare e polmonite. Gli effetti possono essere deboli o gravi. Solo in pochi casi può̀ provocare la morte, specialmente in persone già̀ malate soprattutto ai polmoni come con la tubercolosi. Il coronavirus passa da una persona all’altra attraverso le gocce di saliva e il respiro. Possiamo passare il coronavirus quando tossiamo, tocchiamo una persona o siamo molto vicini a qualcuno. Gli effetti del coronavirus arrivano da 2 a 14 giorni dopo il contagio.

Per non prendere e non diffondere il virus ci sono alcune regole importanti:
– compra o fatti prestare il termometro per misurare la temperatura del tuo corpo. Se la tua temperatura è più alta di 38.5 da più giorni e se non respiri bene e hai tosse, chiama il tuo medico o i numeri gratuiti 112 o 1500. Non andare al pronto soccorso.
– tossisci e starnutisci nel gomito o in un fazzoletto e butta subito il fazzoletto. Dopo lavati subito le mani con acqua e sapone per almeno un minuto.
– non soffiarti il naso nei vestiti.
– non starnutire o respirare in faccia alla gente
– non sputare in giro o per terra.
– lavati le mani con acqua e sapone prima di toccarti la bocca, il naso o gli occhi.
– lavati le mani con acqua e sapone spesso e ogni volta che torni a casa.
– stai sempre ad almeno un metro di distanza dalle altre persone anche quando fai la fila per il bagno per la doccia o al bar.
– stai a casa e spostati poco.
– puoi spostarti solo per motivi di lavoro e di salute o per le emergenze!
– le scuole sono tutte chiuse, ma spesso fanno lezione su internet: puoi seguire le lezioni sul telefono o sul computer, chiama la scuola per avere informazioni.
– non bere dallo stesso bicchiere o bottiglia di un’altra persona e non condividere le stesse posate che metti in bocca.
– se non hai mascherine ti puoi coprire la bocca e il naso anche con un foulard o altro che però devi lavare tutti i giorni.
– pulisci le superfici con disinfettanti a base di alcol
– non ci sono cerimonie nelle chiese, nelle moschee e nei luoghi di culto. Non puoi fare feste e incontri con più̀ persone nei luoghi pubblici.
– le farmacie e i negozi che vendono cibo sono aperti e hanno tutti i prodotti, ma possono entrare poche persone alla volta.

Le regole sono facili da seguire e servono a non diffondere la malattia! Rispettale per te e per chi ti sta intorno!
Per qualsiasi aiuto o necessità contatta i numeri dell’Associazione Cittadini del Mondo dalle 10.00 alle 16.00: Dottoressa Donatella D’Angelo : 33460854053899112893.


Inglese

Attention!
This message contains important information about illness caused by coronavirus.

The new coronavirus can cause high temperatures, coughing, difficulty in breathing and pneumonia. Its effects can be mild or serious. Only in a few cases does it cause death, usually in persons who already have health problems, especially lung problems such as those associated with tuberculosis.
The coronavirus is transmitted from one person to another by means of drops of saliva and breathing. We can pass on the virus when we cough or touch a perso, or if we are very near somebody. The effects of the coronavirus are felt from 2-14 days after being infected.

In order not to catch or pass on the virus it is important to follow these rules:

– buy or borrow a thermometer and measure the temperature of your body. If your temperature is higher than 38.5 for several days and if you have difficulty breathing and are coughing, call your doctor, or the free numbers 112 or 1500. Do not go to an emergency room.
– if you have to cough or sneeze do so in the angle of your elbow all in a paper handkerchief and throw the handkerchief away immediately. Then immediately wash your hands with soap and water for at least a minute.Do not blow or wipe your nose in your clothes. Do not sneeze or breathe in people’s faces.
– Do not spit even on the ground.Wash your hands with soap and water before touching your mouth, nose or eyes.Wash your hands with soap and water often and every time you return home.Keep at least one metre away from other people, also when queing for the bathroom or shower and at the bar. Stay at home and move around as little as possible.You can move around only for work reasons, for health reasons or for emergencies!The schools are all closed, but very often organize lessons online: you can follow lessons on your telephone all computer. Call the school for information.Do not drink from the same glass or bottle as another person and do not share knives, forks or spoons especially if put in the mouth.
– If you do not have a mask you can cover your mouth and nose with a scarf or something similar but you must wash it every day. Clean all surfaces with alcohol-based disinfectant.No ceremonies are being held in churches, mosques or any place of worship. You cannot hold festivities or meetings in public places.Pharmacies and food shops are open and well supplied, but only a few people can’t enter at a time.

– THE RULES ARE SIMPLE AND EASY TO FOLLOW AND NECESSARY IN ORDER NOT TO SPREAD ILLNESS. PLEASE RESPECT THEM FOR YOUR OWN GOOD AND FOR GOOD OF THOSE AROUND YOU.

IF YOU NEED HELP CONTACT THE ASSOCIAZIONE CITTADINI DEL MONDO BETWEEN 10.00 A.M. AND 4PM AT THE FOLLOWING NUMBERS: 3346085405 (DR, D’ANGELO) 3899112893.

 


Somalo

caabuqa caronavirus wax yaalaha lagu garto hargabka qufaca iyo inaad neefsashada dhib kugu noqoto. dadka unugul inuu ku dhac xanunkaan. dadka qaban xanunada qatarta ah. waxaa macqul ah iney u dhintaan dadka taas qatar igu jiro waxaa kamid ah. dadka waayelada ah iyo caruurta gara ahaan dadka xanunada kudhaca sababada qaba sida tiiibishada iyo iyo neefta. caronavirus waxaa fudud sida la iskugu gudbiyo qofba qofka kale sida tusale ahan qofka waxuu kugu gudbin karaa dhibac kaso baxday afkiisa asago kula hadlayo taas oo kusoo gaartay
caronavirus calamadahan dadka ayaa iskugu gudbiyo . qufaca inaad qofka taabato ama salanto iyo inaad qofkaas saaid igu dhawaato qofka waxuu kaga soo muqan karaaa caabuqa caronavirus labo bari ama toban iyo afar bari 2/ama /14maalin
si adan uqaadin xanunkaan caronavirus waxaa muhiim ah inaad qadato talooyinkan
muhiimka ah! waxaad soo amaahataa ama soo gadataa qalabka lagu cabiro xaraarada qofka ama heerkulka qadhada hadii dhaqandada eey kasara marto 38.5 iyo bar maalmo isku xig xigo ama aad isku aragto iney neefta kugu tahay dhig ama qufac fadlan laxariir dhaqtarkaka ama labaradaan waa lacag la aan 112 ama 1500 ha aadin meesha amagenziga ama gar kaarka dag dag ah
markaaa qufaceyso ama hidhiseyso hadusan kaa ag dhawen sufaleeti is ticmal gacanta halkey kalaamato xusulka agtiisa ama is ticmaal faasuleti kadibna si dag dag ah utuur kadib gacmahaaga dhaq saabuun iyo biyo ugu yaraan hal daqiiqo dhaqitanka kuwad
ha usticmalin dharkaa xiran tahay sankaka
haku neefsan ama ku hidhisin dadka wajigooda ama agtooda haku tufin cadhuuf jidka ama meel aan lugu talo galin
gacmahaaga ku dhaq biyo iyo saabuun intaa taban afkaka iyo sankaka iyo idhahaaga gacmahaaga ku dhaq saboon mar kaste oo aad kusoo laabato
dadka ka fagow igu yaraan hal mitir garaahaan markaa musqusha sudeyso ama mayaadaha gurigaga joog bixitanka bananka yarey
waxaad ubaxi kartaa shaqo kaliya ama caafimaad ama xalad dag dag ah
iskuulaadka dhamad waa xiran yahiin cashirada waxaa lagu siinayaa ardayda qadka online ah ama taleedanaka aka kuputarka iskulka wax si aad u hesho informashinka oo dhameystiran
haku cabin qof koob uu ku cabay ama ha la is ticmaalin cid kale waxaad adiga cabeyso ama haku cabin mesha uu ka cabay asaga
hadii aadan heysan wax aad kutaboolato afka ama sanka waxaad is ticmaali kartaa maro ama shaarbo lkn waa ina dhaqdaa malin kaste
waxaad dhulka ama guriga u isticmaasha inaa ku dhaqdo aaal col
masaajidada iyo kaaniisadaga iyo meelaha la iskugu imaado iyo waa xiran tahiin kuligood mana la ogolo in meel iskugu tagaan dad badan ama eey feesto suubiyaan
farmashiyaana iyo dukaamada lagu gado cundada waa furan tahiin dhamantood lkn waxaa lagu galayaa saf ama hal hal qof si loo ilaaliyo inuusan faafin cudurka
sharciga waa fudud yahya in la ilaaliyo ama lagu dhaqmo nala ilaali saan dhamanteen u badbaano mahadsanidiin
Wixii caawimaad ah ama baahi ah, kala xiriir lambarada Muwaadiniinta Ururka Caalamiga ah laga bilaabo 10.00 illaa 16.00:Dottoressa D’Angelo 3346085405, 3899112893


Amarico

ለግንዛቤ
ይህ ስለ አዲሱ በሽታ ስለ ኮሮና ቫይረስ ለጥንቃቄ ይረዳ ዘንድ ትክክለኛ እና ጠቃሚ መረጃ የያዘ መልእክት ነው ።
የኮሮና ቫይረስ ወይም በኮሮና ቫይረስ የተያዘ ሰው የሚያሳያቸው ምልክቶች ።
ትኩሳት ÷ ሃይለኛ ሳል እና የመተንፈስ ችግር በትቂቱ ናቸው እንዲህ አይነት ምልክት ስናይ በፍጥነት ለግል ደክተሮቻችንን በማሳወቅ ህክምና ካላገኘን ውጤቱ የከፋ ሆኖ ለሞት ይዳርገናል ። ኮሮና ቫይረስ የመተንፈሻ አካላቶችን በፍጥነት በማጥቃት ለሞት የሚያበቃ ጉንፋን መሰል በሽታ ነው ይህ በሽታ ይበልጥ የሚያጠቃው በሌላ በሽታ የተያዘን ሰው ሲሆን ከነዚህም ውስጥ በአስም ÷በስኳር ÷በደም ብዛት የተያዘ ሰው በኮሮና ቫይረስ የመያዝ እድሉ ከፍ ያለ ነው ስለዚህ ከሌሎች ሰወች በይበልጥ በነኝህ ብሽታወች የተጠቃ ሰው ከፍተኛ ጥንቃቄ ሊያደርጉ ይገባል ።
+ በኮሮና ቫይረስ የተያዘ ሰው ከ 2 እስከ14 ቀን ባለው ቀን ውስጥ ምልክቶችን ያሳያል ።
+ለኮሮና ቫይረስ ተቀራራቢ የሆነምልክቶች ስናይ ወይም ለቫይረሱ የተጋለጥንበት ሁኔታ ካለ ቅድሚያ ልናደርጋቸው የሚገቡ ነገሮች
* በተደጋጋሚ የሙቀት መጠናችንን (ትኩሳታችንን ) በሙቀት መለኪያ መለካትና 38.5 እና ከዚህ በላይ የሙቀት መጠን ካለን እና የመተንፈስ ችግር ወይም የማሳል ምልክቶች ከተከሰቱብን በቅድሚያ የግል ዶክቶሮቻችን ጋር በመደወልለ በበትክክል በማስረዳት ፈጣን መፍትሄ ማግኘት ካልሆነ ግን ለዚሁ ችግር በተከፈተው 112 ወይም 1500 ላይ በመደወል ፈጣን እርዳታ ለማግኘት መጣር እንጂ በማንኛውም ሁኔታ በቀጥታ ሆስፒታል በግል መሄድ የተከለከለ ነው።
++ ኮሮና ቫይረስ እንዳይተላለፍብን ወይንም እኛ ወደሰው እንዳናስተላልፍ የሚወሰዱ ጥንቃቄወች +++
* ከመሳሳም መቆጠብ
*ብዙ ሰው የሚገኝበት ቦታ አለመገኘት
*ውጭ ቆይተን ወደቤታችን በተመለን ግዜ አይናችን አፍንጫችንን አፋችንንከመንካታችን በፊት እጂን በሳሙና ቢያንስ ለአንድ ደቂቃ አሽቶ መታጠብ ።
* አፍንጫን በለበሱት ልብስ አለማፅዳት ።
*ሲያስለን ወይም ሲያስነጥሰን ወደመሬት አለማጎንበስ ሲያስነጥሰን ወይም ሲያስለን በሶፍት ላይ በመጠቀም ወዲውኑ ወደ ቆሻሻ መጣያ ውስጥ መጣል እንጂ በእጂ ይዞ አለመቆየት ።
* ከፊት ለፊት ወዳለ ሰው መተንፈስም ሆነ ምራቅ አለመትፋት
*ሀክታን ወይንም ምራቅን መሬት ላይ አለመትፋት ።
* ሰወች በተጠቀሙበት የመመገቢያ እቃዎች አለመጠቀም በግል የራስን መጠቀሚ ቁሶችን ማዘጋጀት።
* የምንጠቀምባቸውን ቁሶች በሙሉ ከመጠቀማችን በፊት አልኮል ባለው ማፅጃ ማፅዳት ።
*ሰወች በሚበዙበት ቦታወች አለመገኘት ግዴታ የምንገኝ ከሆነ ግን ቢያንስ አንድ ሜትር ያህል እርቆ መቆም ።
*ማስካራ መጠቀም ማስካራ ከሌለን አፍና አፍንጫችንን የሚሸፍን እስካርፕ ማድረግ ግዴታ ሲሆን የተቀሙበትን እስካርፕ በየቀኑ ማጠብ
+++ ሌሎች ኢንፎርሜሽኖች +++ ** በዚህ ቫይረስ ምክንያት ትምህርት ቤቶች ዝግ ቢሆኑም የትምህርቱ ግን በኢንቴርኔት እየተሰጠ ስለሆነ ይወጡ ልክ በኮንፒውተር መከታተል ይቻላል ስለ ትምህርት አሰጣጡ ወደ ትምህርት ቤቶች በኢሜል በመጠየቅ ይበልጥ መረጃጀጠየቅ ይቻላል ።
**የእምነት ቦታወች ቤተክርስትያናት መስኪዶች የባህል ማዘጋጃ ቢሮዎች ዝግ ናቸው ።
** በአንፃሩ ፈርማሲወች የምግብ የመጠጥ መሸጫ ሱቆች ክፍት ሲሆኑ በየተራ የተወሰኑ ሰወች እየገቡ እንዲገዙ ተፈቅዷል ።
++ እነኝህን ህግ እና ደንብ ያላከበረ እስር እና የገንዘብ ቅጣት ይቀጣል ++
እርስዎም ከላይ ለጥንቃቄ የተገለፁትን ህግና ደንቦች ጠቃሚ መረጃወች ለጓደኛዎ በማጋራት ሸር በማድረግ ይህ ክፉ ቫይረስ ይበልጥ እንዳይስፋፋ የበኩልዎን ግዴታ ይወጡ ።
ለህክምና እንዲሁም ለተለያዩ ጤና ነክ ኢንፎርሜሽኖች
ASSOCIAZIONE CITTADINI DELL MONDO
ቢሮ ጋር ከጠዋቱ 10:00 እስከ ቀኑ 16:00 ድረስ በስልክ ቁ 3346085405 ወይንም 3899112893 በመደወል የዘወትር ተባባሪያችን እረዳታችንን ዶቴሬሳ ዲ አንጀሎን ማነጋገ ይቻላል ።


Tigrino

ምልክታት ናይ ኮሮና ቫይረስ
1/ ረስኒ
2/ሰዓል
3/ሕፅረት ትንፋስ
3/ረኽሲ ሳንቡእ ኢዮም።
በt ሕማም ምስ ተታሓዝካ ድሕሪ 2 ክሳብ 14 መዓልቲታት ዘሎ ምልክታት ክትርኢ ትጅምር።
ብኸመይ ይመሓላለፍ
1/ምራቕ ናይ ጡፍታፍ
2/ብምስትንፋስ
3/ሰላምታ ብኢድ ንዝሓመመ ሰብ
4/ዝሓመመ ሰብ ኣብ ጥቃካ ኮይኑ ምስ ዝስዕል እቲ ቫይረስ ናባካ ይሓልፍ።
ንብዝሕ ዝበለ መዓልቲ ረስኒ ናይ ነብስኻ 38;5 እንተ ኮይኑ;ሕፅረት ትንፋስ;ሰዓል እንተ ገይርልካ ንሓኪምካ ደውል ወይ ናብዞም ቁፅሪ ደውል 112 ወይ 1500 ደውል።ናብ ሕክምና ከይትከይድ ብተልፎን ምስ ሓኪም ተዛረብ።
ክንገብሮ ዘለና ጥንቃቀታት
1/እንጥሾ ወይ ክንስዕል ከለና ሶፍት ክንጥከም ኣለና ሶፍት ምስ ዘይህልወና ግን ኣብ ምናትና ወይ ብርኪአድና እንጥሾ ክንብል ኣለና። 2/ብድሕሪኡ እታ ሶፍት ደርብና ቀልጢፍና ኢድና ብማይን ሳምናን ንሓደ ደቂቅ ዝኸውን ክንሕትጸብ ኣለና።
3/ምራቅና ወይጥፍጣፍና ኣብ ዝኾነ ቦታ ጡፍ ኣይንበል።
4/ኣብ ሞንጎናን ኣብ ሞንጎ ካልኦት ሰባት ሓደ ሜትሮ ርሕቀት ክህሉ ኣለዎ።
5/ኣገዳሲ ናይ ስራሕ ወይ ናይ ጥዕና ጉዳይ አንተ ዘይኮይኑ ካብ ገዛ ክንወትጽእ የብልናን።
6/ካልእ ሰብ ዝሰተየሉ ወይ ዝበላዓሉ ከይሓትጸብካ ኣይትተቀመሉ።
7/ማስከራ መከላኸሊ አንተ ዘይብልካ ሽኮነ ሻርባ ገርካ ኣፍካ ሸፍኖ መዓልታዊ ግን ክሕትጸብ ኣለዎ።
8/ገዛኻን ኣቁሑት ገዛኻን ብ ኣልኮል ወልውሎ።
ኩሉ ቤት ትምህርቲ;ቤተክርስትያን;መስጊድ ኣብዚ ሰዓት አዚ ዕጹው አዩ።አቶም ትምህርቲ ዘለኩም ብርሕቀት ኣብ ገዛ ማለት ኦን ላይን ክትማሃሩ ትኽእሉ አኹም።ኣብ አንዳ ውራይ ምኻድ ኣብ እኩብ ሰብ ዘለዎ ቦታ ምኻድ ኣየድልን አዩ።
ፋርማስን ሱበርማርከት ክፉት አዩ;ግን ብርጋን በብቁሩብ ክትኣቱ ኣለካ። ከምዚ አንተ ገርና ጥራሕ አና ነዚ ሕማም ጠጠው ከነብሎ ንኽእል;አዚ ካኣ ናይ ኩላትና ሓላፍነት አዩ።
ንዝኾነ ሓገዝ ምስ ዘድልየኩም ን ‘Associazione Cittadini del Mondo’ደውሉ. Dottoressa D’Angelo 33460854053899112893.


Arabo

تنبيه هام
.هذه الرسالة تحمل في طياتها معلومات مهمة حول فيروس كورونا المستجد :
. الفيروس المستجد كورونا قد يسبب ارتفاع في درجة الحرارة، سعال، صعوبة في التنفس، وله آثار ضعيفة أو قوية وممكن ان يؤدي الى الموت في بعض الحالات وخاصة الحالات المصابة بأمراض مزمنة مثل ( أمراض القلب، الالتهاب الرؤي، أو مرض السل الرؤي ).
. الفيروس المستجد كورونا ينتقل من شخص إلى آخر عن طريق العاب أو التنفس أو السعال أو لمس ومصافحة الأشخاص عن قرب.
. أعراض الفيروس المستجد كورونا تبدأ في الظهور خلال يومين إلى 14 يوم من العدوى.
. من أجل سلامتك ولمنع انتشار المرض يجب بعض القواعد :
شراء أو استعارة مقياس الحرارة لقياس درجة حرارة الجسم، إذا وصلت درجة الحرارة إلى أعلى من 38،5 مع صعوبة التنفس مع السعال فيجب عليك الاتصال بطبيك الخاص او الأرقام المجانية 112- 1500 ولا يجب عليك الذهاب إلى المستشفى.
السعال أو العطس يجب أن يتم عبر منديل أو في الكوع والتخلص من المنديل في صندوق الزباله وغسل اليدين بالماء والصابون لمدة دقيقة على الأقل.
– لا تسعل أو تتنفس بالقرب من اوجه الناس ولا تبقى على الأرض.
– اغسل يديك جيدا بالماء والصابون قبائل أن تلمس فمك أو وجهك إلى عينيك وعندما تعود من الخارج عاود الغسيل.
– عندما تتحدث الي شخص ما في طابور أو بالقرب من الدش أو البار يجب أن تكون المسافة لا تقل عن متر.
-كل المدارس مغلقة بسبب الفيروس وفي بعض الأحيان تتم الدروس عبر الإنترنت أو التليفون، وإذا أردت اي معلومات تحدث عبر الهاتف مع المدرسة .
-يجب عليك المكوث في المنزل ولا تتحرك إلا في أضيق الحدود ( مثل العمل، الذهاب إلى السوبرماركت أو الصيدلية. )
لا تشرب من نفس الكوب أو الزجاجة المستعملة من قبل أحد الأشخاص.
لا تتقاسم أدوات المائدة مع احد.
إذا لم يكن لديك كمامة فيمكنك استخدام الفولار لتغطية الفم والأنف مع غسل الفولار يوميا.
نظف الأسطح بمطهرات تحتوي على مادة الكحول.
كل أماكن العبادة مغلقة ولا توجد صلوات جماعية سواء في الكنائس أو المساجد.
ممنوع التجمع أو عمل حفلات جماعية لعدم انتشار العدوى.
الصيدليات وأماكن بيع الأكل والشرب مفتوحة ويسمح بدخول عدد قليل من الناس داخلها في كل مرة.
القواعد سهلة ويجب العمل بها لمنع انتشار العدوى.- إذا أردت الاستعلام عن أي شيء يمكنك التحدث مع جمعية مواطنين حول العالم من الساعة 10:00 إلى الساعة 16:00 عن طريق هذه الأرقام –3899112893 3346085405 .
دكتورة دوناتلا دانجلو.