Articoli

Bonus colf e badanti: come presentare la domanda

Da oggi si può inviare all’INPS la domanda per richiedere il bonus per i lavoratori domestici.

L’indennità spetta a colf, badanti, baby sitter e altri lavoratori domestici a patto che non siano conviventi con il datore di lavoro e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere, alla data del 23 febbraio 2020, almeno un contratto di lavoro domestico attivo e iscritto all’INPS;
  • durata complessiva dell’orario di lavoro superiore a 10 ore settimanali;
  • non essere titolari di pensione (eccezione dell’assegno ordinario di invalidità);
  • non essere titolari di altra tipologia di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato (tranne intermittente o a chiamata);
  • non percepire alcuna delle indennità Covid-19 (ad esempio bonus partite Iva).

Invece si può richiedere il bonus anche se si riceve il Reddito/Pensione di cittadinanza, fino al raggiungimento dell’importo complessivo di 500 euro calcolato sommando i due importi (bonus + sussidio).

La domanda può essere presentata online sul sito dell’INPS e cliccare sul Servizio “Indennità Covid-19 Lavoratori domestici”, oppure tramite il Patronato.
Per compilare la domanda occorre avere a disposizione il codice IBAN intestato al richiedente, sul quale avverrà l’accredito dell’importo dovuto. In alternativa può essere selezionata la modalità di pagamento tramite bonifico domiciliato da ritirare alle Poste.
Nel caso in cui non si ha la residenza in Italia è necessario comunicare anche il proprio domicilio.

L’ammontare del bonus è pari a 500 euro mensili per aprile e maggio da erogarsi in una unica soluzione.