Storia dell’Arte in Biblioteca. Le correnti artistiche dell’Ottocento. Visione d’insieme

Giovedì 24 Ottobre alle 18.30 riniziano le lezioni di Storia dell’Arte in Biblioteca della dott.ssa Elisabetta Destito.
Riparte il nostro viaggio nel mondo dell’arte! Riprendiamo da dove avevamo lasciato alle soglie dell’età moderna. Vedremo in generale quali correnti artistiche popolano il secolo, per poi mano mano entrare più nello specifico.

 

Simposio Letterario “Sorsi di gioia e frammenti di poesia” – Terza edizione

Venerdì 11 Ottobre alle 19.00 presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo torna per il terzo anno consecutivo il Simposio Letterario “Sorsi di gioia e frammenti di poesia” curato dalla dott.ssa Sara Guttoriello.
Il Simposio Letterario è un momento di incontro tra persone che amano la cultura.
Ciascuno può portare la poesia che desidera, spiegare perché ha scelto proprio quella e leggerla agli altri. Chi non volesse leggere, può semplicemente godersi dei bei versi!
Alla fine, chi vorrà, potrà cimentarsi nella scrittura.
Tutto ciò sarà accompagnato da un bicchiere di vino, una tazza di tè e dei dolcetti.

La parola chiave di questo mese è “ricordi d’estate

Corso di Astronomia “Il Cielo senza Confini. Alla scoperta del cielo e dei suoi astri”

Torna per il terzo anno consecutivo il Corso di Astronomia “Il Cielo senza confini. Alla scoperta del cielo e dei suoi astri” a cura della prof.ssa Lucia Corbo, che ci guiderà alla conoscenza del cielo e dei suoi astri.

Le attività inizieranno Mercoledì 9 ottobre alle ore 18.30 e proseguiranno ogni secondo e quarto Mercoledì del mese.
Durante l’anno saranno organizzate alcune uscite diurne e notturne.

Per informazioni e iscrizioni (max 20 partecipanti) puoi chiamare la biblioteca allo 0631057259 o inviare una mail a biblioteca@associazionecittadinidelmondo.it

Insieme sotto le stelle

Dopo un anno passato insieme, ci salutiamo con due serate alla Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo all’insegna della spensieratezza e della poesia:

Giovedì 4 luglio – Burraco. Una partita a carte fra gli amici;

Venerdì 5 luglio – Simposio letterario. Poesie al chiaro di luna (la parola chiave è “amore”).

In entrambe le serate faremo un aperitivo insieme. Se volete, potete contribuire portando qualcosa da bere o da mangiare.

Ci vediamo in Biblioteca!

Concerto del Coro Franco Maria Saraceni in Biblioteca

Domenica 23 Giugno alle 19 la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo ospiterà il Concerto del Coro F. M. Saraceni degli Universitari di Roma, diretto dal Maestro Giuseppe Pecce.

A breve ci sarà il programma dell’evento.

Ci vediamo in Biblioteca!

Cena Multietnica in Biblioteca

Venerdì 7 giugno alle ore 20 ci sarà la cena multietnica alla Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo.

Gli allievi della scuola di italiano, in occasione della conclusione dei corsi, prepareranno gustosi manicaretti tipici delle loro terre d’origine.

Ingresso con sottoscrizione. Le vostre donazioni ci aiuteranno a s sostenere le attività della Biblioteca.

Ci vediamo in Biblioteca!

Presentazione Report 2017-2019 della Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo

Venerdì 24 maggio alle ore 18:00, presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo (Viale Opita Oppio 41, Roma) verrà presentato il nuovo Report, che descriverà le attività svolte durante il biennio 2017-2019.
I dati presenti nel Report si fermano al mese di aprile 2019: i libri sono oltre 16mila in più di 25 lingue differenti, i tesserati sono più di duemila, la scuola di italiano conta circa 100 iscritti, le iniziative e i corsi sono molto frequentati.
La Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo nasce nel 2009 al Quadraro, ed è diventata nel corso degli anni un punto di riferimento del quartiere.
Dopo l’ampliamento degli spazi nel 2017, è stata dotata di una sala studio, di un’aula dedicata ai corsi di italiano per stranieri, di un ufficio per lo sportello sociale e di uno spazio più accogliente per l’organizzazione degli eventi.
Tutto quello che viene fatto all’interno della Biblioteca Interculturale ha come obiettivo la realizzazione della mission su cui si fonda l’Associazione Cittadini del Mondo: contrastare qualsiasi fenomeno di discriminazione e di favorire la conoscenza e l’incontro tra persone e culture diverse.

Presentazione libro “L’Islam italiano” di Fabrizio Ciocca

Giovedì 16 Maggio alle ore 19 la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo ospiterà la presentazione del libro “L’Islam italiano. Un’indagine tra religione, identità e islamofobia” di Fabrizio Ciocca, edito da Meltemi Editore, modererà l’incontro Beatrice Tauro, blogger di Arab Press.

Oggi, in Italia, l’Islam è la seconda religione del Paese, con due milioni e mezzo di fedeli, di cui oltre un milione di cittadinanza italiana. Una presenza stabile, permanente, seppur minoritaria, che tuttavia una parte dell’opinione pubblica, maggioritaria, ritiene non compatibile con la società. Partendo da questo scenario, l’autore, sulla base dei dati emersi da una ricerca condotta su Facebook su un campione di oltre trecento musulmani e diverse interviste, presenta i principali bisogni che la minoranza islamica esprime e le problematiche con cui deve relazionarsi. Religione, identità, islamofobia: lungo queste tre tematiche passa il processo di “normalizzazione” che lo Stato italiano e le comunità islamiche dovranno affrontare insieme.

Fabrizio Ciocca si è laureato in Sociologia politica all’Università di Roma “La Sapienza” e ha conseguito un master in Sistemi urbani multietnici alla Link Campus University. Studioso dei fenomeni migratori, è autore di diversi articoli e saggi sulle comunità islamiche in Italia, tra cui La presenza musulmana in Italia: criticità e potenzialità (2018) e Musulmani in Italia. Impatti urbani e sociali delle comunità islamiche a Roma (Meltemi, 2018).

Vi aspettiamo in Biblioteca!

Storia dell’Arte in Biblioteca. Gli artisti del Rinascimento

Torna, eccezionalmente di mercoledì, l’appuntamento con le lezioni di Storia dell’Arte in Biblioteca tenute dalla dott.ssa Elisabetta Destito.

L’argomento di questo incontro è “Gli artisti del Rinascimento

Vi aspettiamo in Biblioteca, partecipate numerosi!

Q44 – Presentazione libro “Linee resistenti di Iliano Caprari”

Giovedì 11 Aprile alle 18 presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo, nell’ambito di “Q44 75° Anniversario del rastrellamento del Quadraro”, ospiteremo due eventi:

  • Lo short reading “OPERAZIONE BALENA – Il rastrellamento del Quadraro” di Margine Operativo. Ideazione Alessandra Ferraro e Pako Graziani – con Tiziano Panici.
  • la presentazione le libro “Linee resistenti” di Iliano Caprari, L’Asino d’oro edizioni. Interverranno: Paolo Guerra, Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo, Agostino Bistarelli, storico autore della post-fazione, Walter De Cesaris, autore de libro La Borgata Ribelle, Letture di Daniele Miglio, attore. Modera: Maria Anna Tomassini, QuadraCoro.

È l’alba del 17 aprile 1944, al Quadraro, storico quartiere di Roma, i nazisti deportano più di 700 uomini “validi” e li costringono a lavorare come schiavi in Austria, Germania e Polonia.
Tra i rastrellati non ci sono gli eroici leader della Resistenza romana, non ci sono intellettuali. I nazisti si portano via persone comuni – i manovali immigrati, i muratori, i piccolissimi negozianti –, gli uomini del quartiere. Tra questi Iliano, che decide di lasciare una testimonianza di quei giorni, un diario.
Le sue pagine ci raccontano la quotidiana lotta per sopravvivere di quei corpi usati fino allo sfinimento, la feroce umiliazione e la disumana sofferenza.
E se la continua e devastante fame, il freddo pervasivo, la mancanza di ogni protezione e accoglienza nel senso sia fisico che psichico mirano alla morte e al non essere, la scrittura del diario propone esistenza e presenza. Quelle linee vergate su materiale di fortuna resistono, sono l’affermazione della propria capacità di pensiero quando intento della situazione è annientare, far impazzire. Il diario diventa così documentazione in diretta degli avvenimenti ma soprattutto atto di resistenza a essi.
Persiste la dignità di un uomo che sente e che vive i pochi rapporti personali ancora possibili; che ricorda gli affetti e la vita vissuta prima e reagisce con residui moti di indignazione al disumano. La riduzione dell’esistenza di Iliano e dei suoi compagni a “oggetti’” non riesce. Iliano resiste, resiste alla fame, al freddo, alla violenza, conservando dentro il calore dell’umanità.